Wi-fi libero gratuito e funzionante

Il moVimento 5 stelle di Asti sta scrivendo il programma per le comunali 2012, nel quale saranno presenti anche dei punti  riguardanti la connettività, per questo motivo abbiamo voluto provare i servizi di connettività WI-FI che attualmente il comune dovrebbe fornire, come descritto in questa pagina.

Ad oggi i posti serviti dovrebbero essere i seguenti:

  1. Centro culturale (Biblioteca) – comprende parte delll’edificio e la zona antistante.
  2. Lungo Tanaro (campo Rugby) – In questo punto verrà installata anche una webcam puntata sul campo da gioco e visibile dal sito internet del comune di Asti e dai siti che ne faranno richiesta.
  3. Piazza San Secondo – il servizio copre la parte di Piazza antistante la Collegiata di San Secondo
  4. Giardini di largo Alganon, corso Alfieri ang. Via Monsignor Rossi (in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Asti)

Le nostre prove sono state effettuate in piazza S.Secondo, dove abbiamo trovato la rete comunale ma non ci è stato assegnato un indirizzo IP e quindi non siamo riusciti a navigare, e nel giardino di largo Alganon dove campeggia anche il cartello WI-FI ZONE che si vede in foto, anche qui pur riuscendo a collegarsi alla rete e a ottenere un indirizzo IP non siamo riusciti a navigare, infatti il browser ha provato a collegarsi a una pagina inesistente, da dove probabilmente si sarebbe dovuto fare il login per usufruire del servizio.

Penso che sia evidente che la situazione attuale non vada bene, la prima cosa che proponiamo, subito dopo aver reso fruibile per davvero il servizio, che inoltre è attuabile all’istante e che non comporta alcuna spesa è eliminare la registrazione all’URP presentando i documenti, questa è una grossa limitazione soprattutto per i turisti e le persone di passaggio, che sono probabilmente le più propense a utilizzare tale servizio, fornendo così un servizio utile ai turisti e che valorizzerebbe davvero  il territorio.

Per potenziare il servizio si potrebbero usare gli incentivi che da la regione Piemonte per lo sviluppo della connettività, i primi posti dove attivare il servizio dovrebbero essere gli uffici pubblici le scuole e il centro storico.

Comments are closed.