TROPPO INTELLIGENTI PER TROVARE LAVORO IN ITALIA

Alberto se n’è andato.

Come molti altri giovani laureati anche lui due mesi fa era un disoccupato in Italia e un assunto a tempo indeterminato in Svizzera.
In Italia un Ingegnere civile con specializzazione in “Infrastrutture e sistemi di trasporto” non ha futuro.

Qui i trasporti sono pianificati senza senso.

C’è chi costruisce parcheggi in centro così da avere costantemente file di automobili che dalla periferia raggiungono lentamente in coda il centro storico dove troveranno spazio per la sosta (a pagamento).
C’è chi progetta treni ad alta velocità per raggiungere in poche ore Lisbona (quasi come se fosse l’esigenza primaria dei pendolari italiani) o far arrivare velocemente i prodotti italiani in Oriente e quelli cinesi in Italia (così ogni italiano mangerà formaggio cinese e i cinesi formaggio italiano ….si certo, il trasporto inquina ma vuoi mettere la bontà di un formaggio cinese o portoghese rispetto a quello italiano? ..non c’è confronto!).
C’è chi progetta ponti per unire due regioni in cui molte abitazioni non hanno ancora l’acqua potabile.

In Svizzera invece Alberto lavorerà a tempo pieno presso uno studio di consulenza di ingegneria dei trasporti che si occupa di trovare soluzioni creative ed allo stesso tempo pragmatiche riguardo ai trasporti: pianificazione della mobilità, gestione dello spazio pubblico per i diversi modi di trasporto, gestione della circolazione e del traffico, formazione e ricerca applicata.
Nei primi mesi Alberto si è occupato della pianificazione delle stazioni del bike-sharing di Ginevra che sarà realizzato in futuro mentre ora segue la progettazione di una linea di tram e di una di bus ad alta capacità e dell’impatto che questi sistemi avranno sulla circolazione di Annemasse (Francia).

Alberto era uno dei possibili candidati “a 5 stelle” per il Comune di Asti. Probabilmente è troppo intelligente per fare il sindaco in un paese come l’Italia.

Comments are closed.