1. Raccolta fondi per la campagna elettorale del candidato sindaco del Movimento 5 Stelle di Asti Massimo Cerruti

    Asti merita il Massimo! Aiutaci a finanziare la campagna elettorale di Massimo Cerruti.
    2.331 € già donati dei 5.000 € previsti

Scriviamo al sindaco e agli amministratori di non approvare questo bilancio

Il prossimo martedì in comune ad Asti si approverà un bilancio che ne ha per tutti i gusti: grandi opere TSO, piano casa, variante 13 (vendita aree verdi per coprire le perdite).
Vorremmo far sapere che siamo contrari a questa idea scellerata di sviluppo e chiediamo di scrivere entrò martedì mattina alla giunta comunale e all’ufficio del sindaco.
Questo per far sapere che il territorio è nostro e dei nostri figli, il comune è nostro, la qualità della vita deve essere garantita da chi ci governa.
Se siete d’accordo inviate il testo in corsivo firmato agli indirizzi mail sotto:

g.mule@comune.asti.it, s.amato@comune.asti.it, a.poletto@comune.asti.it, vicesindaco@comune.asti.it <vicesindaco@comune.asti.it>, assessorato.urbanistica@comune.asti.it <assessorato.urbanistica@comune.asti.it>, gemellaggi@comune.asti.it <gemellaggi@comune.asti.it>, assessorato.personale@comune.asti.it <assessorato.personale@comune.asti.it>, assessoratollpp@comune.asti.it <assessoratollpp@comune.asti.it>, mauraser@tin.it, assessorato.servsoc@comune.asti.it <assessorato.servsoc@comune.asti.it>, assessorato.ambiente@comune.asti.it <assessorato.ambiente@comune.asti.it>, fulvio.brusa@izsto.itvotacoppo@gmail.commarioferraris@libero.it, f.ingrasci@libero.it, info@gianluigisannino.it, giovanni-boccia@libero.it, info@studiolegalecalosso.it, nicad@libero.it, info@studiolegalemeda.it, avv.rostagnogiovanni@libero.it,
—————————————————–
“Gent.le sig. Sindaco,
sig.ri Assessori,
e sig.ri Consiglieri,
Dopo aver analizzato la ex-variante 19 diventata variante 13 al bilancio del Comune di Asti in fase di approvazione, dichiaro la mia contrarietà a qualsiasi ipotesi di vendita dei terreni adibiti a verde di pertinenza comunale.
Constato che il piano regolatore prevede alloggi per circa 120.000 persone a fronte di 80.000 abitanti effettivi.
Chi ha deciso che gli abitanti devono aumentare ancora di un terzo e chi ha deciso che a fronte di ciò le aree adibite a verde pubblico devono diminuire anzichè aumentare?
Forse prima di procedere all’approvazione di tale variante non è il caso di chiedere il parere dei cittadini? Nel programma elettorale non era prevista la vendita dei terreni oggetto della variante, i cittadini non hanno delegato la giunta in questo senso.

Io esprimo il mio totale dissenso in merito all’approvazione della variante 13 e confido che ne vogliate tenere conto.

Firma”

Comments are closed.