Io per le elezioni spenderò 900 euro, e gli altri?

Volentieri rispondiamo pubblicamente all’invito di Giovanni Pensabene di rendere pubbliche le entrate e le spese di ogni candidato per la campagna elettorale astigiana (invito peraltro fatto da noi un mese fa).

Ci risulta innanzitutto incomprensibile come un candidato possa spendere (come preventivato da PENSABENE, candidato sindaco della Federazione della Sinistra)  ben 10.000 € quando, in qualità di consigliere  percepirà un indennizzo/gettone di presenza di 30 euro per ogni seduta di consiglio comunale.
O certi candidati sono ricchi (ma molto ricchi!) o utilizzano i soldi dei cittadini (i famosi finanziamenti pubblici ai partiti aboliti da un referendum ma che PD, PDL, IDV, UDC, LEGA NORD, SEL, RIFONDAZIONE COMUNISTA continuano a percepire come “rimborsi elettorali” senza nemmeno vergognarsi) o hanno un sacco di grandi finanziatori (sarebbe onesto pubblicare online i loro nomi).

Ad oggi il moVimento 5 stelle ASTI  ha raccolto 990 € di offerte da parte dei cittadini. Contiamo di spendere 900 € per manifesti e qualche volantino e per affittare attrezzature audio in vista dell’evento in piazza con Beppe GRILLO (come è noto il moVimento 5 stelle non è di Beppe GRILLO, infatti il comico genovese non finanzia nemmeno con un euro le liste a 5 stelle): qui trovate l’elenco delle nostre entrate e uscite.

Per le elezioni Regionali2010 il movimento5stelle Piemonte aveva speso 16.000 € (raccolti con le offerte dei cittadini). Centrodestra e centrosinistra avevano speso milioni di euro.

Trovo tutto questo veramente immorale!

Gabriele ZANGIROLAMI
MoVimento 5 stelle ASTI
www.asti5stelle.it

17 commenti su Io per le elezioni spenderò 900 euro, e gli altri?

  • Nicolò Ollino

    Caro Gabriele,
    una pubblicazione così approssimativa e non informata, resa ancora più traballante dal vostro consueto spocchioso senso di sicurezza, quella naturalezza nel considerarvi i migliori ed i più furbi del reame, non può che prestare il fianco ad una semplice e puntuale smentita su tutta la linea.

    Mi rendo conto di come per un movimento “fluido” e cibernetico come il vostro sia difficile immaginare certi concetti base del fare buona politica, dal basso davvero, e quindi come sia difficile accettare che se hai (come partito o come gruppo di persone) MILITANZA disinteressata e RADICAMENTO sul territorio, associati a buoni contenuti, puoi portare avanti una campagna elettorale tutto sommato snella come la nostra senza necessariamente pesare sui cittadini e senza avere chissà quali scheletri nell’armadio sotto forma di grandi finanziatori che poi vengano a chiederti il conto. La chiave è una cosa semplice, si chiama AUTOFINANZIAMENTO.
    Autofinanziamento che noi abbiamo sviluppato molto e sul quale si è fondata l’intera campagna elettorale: varie cene elettorali cui hanno partecipato centinaia di persone andate molto bene anche da un punto di vista economico, un’iniziativa al Diavolo Rosso nel corso della quale abbiamo raccolto centinaia e centinaia di euro di offerte dalla gente che vi ha preso parte, il contributo spontaneo dei candidati e dei compagni. Il nostro più grande finanziatore? Gian Emilio Varni, medico di base, iscritto a Rifondazione da molti anni.

    Mi rendo conto inoltre che cavalcare il cavallo (ormai ornato di bardatura pesante) populista dell’antipolitca, dell’antipartitismo, del “no a qualsivoglia rimborso elettorale” sia cosa assai semplice, e nel danneggiare anche gli innocenti mi rendo conto che possa portarvi qualche voto in più: buon per voi! Ma ti informo che di soldi di provenienza degli organismi nazionale e regionale in questa campagna elettorale non ve ne è traccia, giacchè Rifondazione Comunista e la FdS non ricevono da tempo neanche un centesimo da nessuno. Ciò che vedi, che ti paia pure strano, è frutto solo delle nostre forze, delle iniziative, delle serate, della partecipazione della gente, del patrimonio umano che ci sostiene quotidianamente.

    Sicuro di aver reso comprensibile ciò che fino a qualche istante fa per te non lo era, ti auguro di riuscire ad informarti meglio la prossima volta per poter fare un comunicato con accuse meno gratuite ed informazioni meno fazione (e per giunta false). Naturalmente ti auguro anche di continuare al meglio la vostra campagna elettorale.

    Nicolò Ollino

  • Fabio Martina

    il post in questione non dice che la lista della Sinistra o Rifondazione non si siano autofinanziate, dice due cose inconfutabili:
    1) Pensabene spenderà 10.000 € per poi percepire 30€ a seduta (valutate voi se e quanto ‘sta cosa sia sensata)
    2) Rifondazione Comunista percepisce i rimborsi elettorali: basta leggere qui la Gazzetta Ufficiale http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/piemonte/2010/07/rimborsi-elettorali-i-fatti-contro-le-parole.html )

    Aggiungo un’altro punto, ma personale: antipolitica è andare contro i politici. Il moVimento5stelle è un gruppo politico, adora i politici (che lavorano nell’interesse dei cittadini), vuole che siano pagati bene (2.500 € netti al mese …mentre ora i consiglieri regionali di TUTTI i partiti percepiscono 10.000 lordi al mese + vari rimborsi + gettoni di presenza + vitalizio….!) e per questo ha pubblicato un programma (fatto di proposte sensate) politico.
    Se invece volevi intendere che il movimento non è antipolitico ma è antiPARTITICO allora ti do ragione. Noi intendiamo la politica come il cittadino che decide, non come l’iscritto a un partito che deve avere l’assenso dal segretario di partito comunale o provinciale o regionale …e subire le sue alleanze a sostegno della BRESSO e al suo programma SI-TAV + SI-NUCLEARE + SI-INCENERITORI (che credo abbiate tutti letto nel 2010 …vedi qui http://bojafauss.ilcannocchiale.it/2010/10/15/ha_vinto_liceneritore_di_centr.html)

  • gabriele zangirolami

    Concordo totalmente con quanto scritto da Fabio Martina e raccomando a Nicolò di non prendersela per un sondaggio (la Gazzetta d’Asti) che non rappresenta davvero nulla di importante…Almeno credo che il motivo di tanta violenza “verbale” sia dovuto da quello.

  • Nicolò Ollino

    ” Pensabene spenderà 10.000 € per poi percepire 30€ a seduta (valutate voi se e quanto ‘sta cosa sia sensata)”
    embè? Mica si spende in base a quanto poi guadagnerai, che modo di pensare è questo?! Tu stabilisci quanto puoi e vuoi spendere in una campagna elettorale già sapendo che questo è un investimento sulla città e che tu non ne guadagnerai nulla.

    Sul resto non mi esprimo, è stra noto che il mio sia un Partito e che abbia una visione della rappresentanza diversa dalla vostra. Ma scordatevi che le cose funzionino come hai grossolanamente detto… Il Partito, almeno il nostro, è l’istanza collettiva fatta di persone e idee che raccoglie contributi da tutti, per mezzo di strumenti democratici e trasparenti, e che cerca di dare una rappresentanza a queste istanze e a queste lotte a tutti i livelli. Sia chiaro che sempre incontriamo e stiamo tra la gente, non solo tra i nostri iscritti, sia chiaro che spesso le nostre commissioni e gruppi di lavoro sono arricchiti di non iscritti. Guarda le nostre liste anche, persone VERE prima di tutto, iscritti o non.

    E la tesi iniziale, che la nostra campagna elettorale da 10mila euro sia frutto di sponsor ricchi ed esigenti o del furto dalle tasche dei cittadini inconsapevoli, è già stata facilmente smontata.

    saluti,
    Nicolò

  • Nicolò Ollino

    Gabriele, non centra nessun sondaggio, so bene che non conta nulla! Al limite posso sorridere vedendone i risultati. La mia incazzatura trae origine dalle falsità che hai scritto… semplicemente da quello!

  • Fabio

    Nicolò, allora decidetevi. A me quelli di Rifondazione dicono sempre che è demagogia il fatto che rinunciamo ai rimborsi elettorali e tagliamo gli stipendi ai politici eletti nel Movimento5stelle. Dite che è demagogia perchè così possono far politica solo i ricchi. Allora …o non è demagogia e si può benissimo fare campagna elettorale con 900€ o siete ricchi (siccome non credo siate ricchi allora si può benissimo tagliare i rimborsli elettorali e gli stipendi dei politici, come noi facciamo …altri no).

    Su come funziona il tuo partito, io ti credo (anzi, complimenti) …ma allora vuol dire che la maggioranza della vostra base, era a favore del sostegno alla BRESSO e al suo programma SI-TAV + SI-NUCLEARE + SI-INCENERITORI (che credo abbiate tutti letto nel 2010 …vedi qui http://bojafauss.ilcannocchiale.it/2010/10/15/ha_vinto_liceneritore_di_centr.html) ???

  • Ehm…. a questo punto portate pazienza se intervengo anch’io ma (e già lo dissi a Gabriele) se Beppe Grillo venisse per uno spettacolo, quanto costerebbe? mettiamo 20.000 euro? a voi uno spettacolo di Beppe vi costa solo il service e la cena…. e vi portate a casa un pienone di pubblico…. proprio in campagna elettorale.

    Eppure Gabriele, cerco di citare testualmente, dice sempre: “non siamo grillini, siamo un movimento”…. grande! lo condivido al 100% allora perchè utilizzare Beppe Grillo come grande sponsor nazionale? convenienza elettorale? e la coerenza? e la campagna elettorale sobria?

  • ah dimenticavo sulle “alleanze” di rifonda e c. …. ma non fu Beppe Grillo (vostro mentore, si o no?) a dire in quarto di copertina di un suo famoso libro (tutte le battaglie di Beppe Grillo mi pare) che una volta spaccava i pc poi ha scoperto internet, ecc… Bellissimo elogio alla possibilità di crescere, maturare e cambiare idee verso un mondo migliore. Queste possibilità le vogliamo riconoscere anche ad altri: chi, tra i tanti, sostiene i valsusini? chi ha sostenuto e sostiene tuttora, senza se e ma, i referendum sui beni comuni (acqua, ecc…) e sulla caccia? Per la carità poi ci sono le battute: “ma se avesse vinto Bresso, ecc….” allora chiediamoci anche se Beppe Grillo avesse partecipato alla primarie del PD e le avesse vinte? oppure se avesse potuto decidere concretamente in materia di immigrazione?

    in sintesi: suvvia un po’ di riconoscimento reciproco non può che giovare 🙂

  • Fabio

    Roberto, quando Grillo va in piazza “sposta” voti perchè parla di programmi: NO-TAV, NO INCENERITORI, SI RIFIUTI ZERO. Poi per fortuna non è noioso e ci mette anche un po’ di ironia.

    Se credi che bastino due battute per racimolare voti, allora mi chiedo come mai centrodestra e centrosinistra non dicano le stesse cose di Grillo (e poi i loro eletti le mettano in pratica): la piazza si riempirebbe lo stesso e si eviterebbe di prendere in giro gli elettori …perchè come sai Rifondazione sui programmi scrive NO-TAV ma poi in aula succede che al momento del voto il consigliere Eleonora ARTESIO non dice NO-TAV ma preferisce non partecipare al voto (vedi http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/piemonte/2011/03/propaganda-politica-sul-tav.html)…
    ….
    …convenienza elettorale? …e la coerenza?

  • Su Grillo sai credo vada rendicontato nelle vostre campagne elettorali, poi con lui concordo su molte, moltissime cose, non sicuramente sulle “sparate” xenofobe…. così spero voi, idem per Artesio: condivido molte cose ma mica sono lei, per cui posso, tranquillamente, storcere il naso sulla sua non partecipazione al voto SI/NO-TAV, anche se vorrei approfondirne i motivi e non incollare subito l’assenza con una mancata compartecipazione alla lotta NO-TAV…. con coerenza un abbraccio 🙂

  • mamma mia, sto’ clima elettorale sta diventando più pesante dell’aria inquinata di Asti 😉

  • gabriele zangirolami

    Nicolò: Se ho scritto una falsità, dimmi qual’è e se non sei in grado di farlo vacci piano con le parole.
    Saluti

  • Nicolò Ollino

    “O certi candidati sono ricchi o utilizzano i soldi dei cittadini o hanno un sacco di grandi finanziatori.”

    Parole tue. Bene, noi non siamo ricchi, non usiamo i soldi dei cittadini se non di quelli che sottoscrivono offerte per la campagna elettorale in nostro favore, non abbiamo grandi finanziatori. A me paiono tre falsità quelle che scrivi nel comunicato, indirizzandole abbastanza direttamente a Giovanni, la Federazione, ecc… Poi se vogliamo chiamarle “cose non esatte”, “cose diversamente esatte”, mettiamoci d’accordo ma il succo non cambia.

    Sul come possiamo permetterci di fare campagna elettorale ti ho fornito dati con i quali soddisfare la vostra curiosità e intanto comprendere la genuinità e trasparenza del nostro agire.
    Saluti

  • Fabio Martina

    Nicolò,
    qui non si fanno i calcoli delle spese previste in base a cosa poi andremo a guadagnare come consiglieri. Qui si fanno calcoli semplicissimi: se guadagno 1000 € al mese e li spendo tutti per vivere, dopo l’elezione avrò altri 30 € a seduta …un po’ pochi per ripagare 10.000 € di spese della campagna elettorale. Le offerte ai banchetti sono di 2-3 € …quando organizziamo pranzi di autofinanziamento dobbiamo affittare il locale che ci ospita, non abbiamo sedi o circoli “di partito”, quando mandiamo comunicati stampa ai giornali ne pubblicano 2 righe quindi la nostra visibilità è zero.

    Noi per ora abbiamo messo insieme 900 € (ma speriamo di arrivare a 1.500) proprio per questo motivo semplicissimo: di soldi non ne abbiamo (non ne abbiano, non come “partito”, non ne abbiamo in tasca: la metà di noi fa lavori normali, il resto sono disoccupati o precari. Quì il contributo più grosso che è arrivato è stato un bonifico di 50€ fatto tramite internet da un “simpatizzante” che abita negli USA…).

  • Davide Corona

    Gentile Signor Zangirolami,
    Lei non ha scritto delle falsita’ ma delle inesattezze in quanto
    le cifre che Lei cita sono da leggere fuori dal contesto elettorale cittadino,
    almeno per quanto riguarda il PRCE SE.
    La cifra a noi attribuita,
    afferisce al bilancio nazionale del nostro partito.
    Solo a titolo informativo il PRC mantiene delle sedi aperte su
    buona parte del territorio Asti compresa e tutto questo ha un costo
    cosi’ come le iniziative di controinformazione.A tutto questo il nostro partito ha fatto
    fronte con le sue forze senza chiedere nulla a nessuno.

    Lei fa bene ad invitare alla sobrieta’ ma per quello che riguarda la Federazione della
    sinistra e il PRC ha sbagliato bersaglio. Non facciamo politica solo in funzione
    delle elezioni ma cerchiamo di promuovere la cultura dell’alterita’, l’unica in grado di trasformare la societa’ in cui viviamo: istruirsi, organizzarsi e agitarsi. Per farlo occorrono risorse fisiche, mentali e materiali che per fortuna alla sinistra non mancano grazie al sacrificio, generosita’ e all’abnegazione di migliaia di militanti. Di fronte ai quali in onore della sobrieta’ occorre togliersi il cappello e non alimentare la cultura del sospetto.
    Questo paese e’ perennemente in attesa dell’uomo della provvidenza da Mussolini a Berlusconi passando da Bossi e da Craxi. Personaggi che hanno fatto le loro fortune affondando le loro radici nell’antipolitica.
    Il vostro movimento, per quanto cultura del sospetto e avversione per la politica vissuta come impegno quotidiano, di questi personaggi ne ricalcalca le orme. Purtroppo e’ tutto funzionale allo stato delle cose e dell’imperante a cultura nichilista.
    Le domando e’ vero che spendete poco, ma cosa fate sul territorio
    se non organizzare i comizi del vostro padre fondatore?

    Mi permetto di ricordarLe che Don Lorenzo Milani diceva se cerco di risolvere i problemi da solo e’ egoismo mentre se cerco di farlo con altri e’ politica. Rappresenta l’essenza che da sempre anima il movimento operaio, movimento di cui ci sentiamo parte.

    Distinti saluti e auguri per la campagna elettorale.
    Davide Corona militante del PRC e Coordinatore della Fds Asti

  • Fabio

    Bisognerebbe chiedere al movimento operaio…..
    – cosa ne pensa del fatto che Eleonora ARTESIO (consigliere regionale di Rifondazione Comunista) NON vota NO ad un ordine regione CONTRO il TAV (vedi http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/piemonte/2011/03/propaganda-politica-sul-tav.html)
    – cosa ne pensa del fatto che Bertinotti (PRC) sia favorevole al vitalizio per i parlamentari (vedi http://tv.ilfattoquotidiano.it/2011/11/22/fausto-bertinotti-lavorato-vita-diritto-vitalizio/172389/)
    – cosa ne pensa del fatto che Bertinotti (PRC) non voglia rinunciare ai privilegi della Casta (vedi http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/30/ex-presidenti-della-camera-quasi-a-vita/201120/)
    – che RifondazioneComunista ha spesso approvato la costruzione di inceneritori (vedi qui http://bojafauss.ilcannocchiale.it/2011/11/10/ecco_lelenco_dei_partiti_che_c.html)
    – che qualcuno dice che a Torino, Rifondazione non è davvero contro il TAV (vedi http://bojafauss.ilcannocchiale.it/2010/03/13/ma_rifondazione_comunista_e_da.html) e nessuno si è preoccupato di smentire queste voci…

  • angela

    Ho letto solo ora questa discussione. Mi intrometto solo per ricordare o mettere a conoscenza il Signor Corona, che sul territorio non organizziamo solo i comizi di Beppe Grillo. Eravamo già presenti all’organizzazione della serata “Mafia Spa” a cui abbiamo partecipato attivamente, così come abbiamo dato una mano alla serata x raccogliere fondi per la casa occupata di via Allende. Sono state anche nostre le battaglie contro la casa degli alpini nel parco Rio Crosio e contro la TSO. Abbiamo svolto la nostra parte anche per i referendum sull’acqua/nucleare/legittimo impedimento. Portiamo avanti quello sulla caccia e ci occupiamo di appoggiare anche le campagne contro il consumo del territorio. Sicuramente ho dimenticato qualche altra iniziativa, ma almeno ci si può giudicare avendo altri elementi in mano….e poi smettiamola di darci addosso gli uni contro gli altri….abbiamo fatto scelte diverse, ma se le battaglie si possono condividere, che ognuno le porti avanti con i propri metodi, l’importante è raggiungere il fine….non fermiamoci a guardare la pagliuzza quando nell’occhio c’è una trave!!! Questo è il mio personale giudizio.
    Angela