INTERPELLANZA “appalto ristorazione”

I sottoscritti Consiglieri comunali, ZANGIROLAMI Gabriele e GIARGIA Davide,

PREMESSO CHE:
* nel mese di marzo è stata pubblicata la documentazione relativa alla gara d’appalto di Servizi di gestione mensa per un importo di 12 milioni di euro;

CONSIDERATO CHE:
* tra gli obblighi dell’aggiudicatario è stato inserito quello di garantire che “I pasti caldi dovranno essere preparati nel centro cottura della ditta concessionaria strutturato … a distanza compatibile con la necessità di garantire la consegna di detti pasti nelle fasce orarie di cui all’art.8 … e comunque in un raggio non superiore a 10 Km. dalla Sede del Palazzo Civico di Asti – Piazza San Secondo 1 ..:”;

* “…entro 30 giorni dalla richiesta l’aggiudicatario dovrebbe provvedere a produrre la documentazione comprovante l’adempimento di cui sopra;

APPURATO CHE:

* per la realizzazione di un centro di cottura avente dimensioni e attrezzature adatte all’uopo e per l’ottenimento delle relative necessarie autorizzazioni sanitarie richieste nel bando non sussistono i tempi tecnici (la legge vigente concede alla ASL 60 giorni di tempo per il rilascio dell’autorizzazione sanitaria);

APPURATO INOLTRE CHE:

* al suddetto bando di gara risulta aver partecipato (e vinto) una sola ATI associazione temporanea di imprese;

 

INTERPELLANO

Il Sindaco e la Giunta

1) per conoscere l’esito della gara d’appalto (conformità e completezza della documentazione prodotta dalla ditta vincitrice, regolarità delle caratteristiche dell’ATI vincitrice, ribasso d’asta, ecc.) in quanto ad oggi non risulta pubblicato l’esito sul sito internet del Comune di Asti;

2) per sapere se non ritengano opportuno approfondire se il suddetto bando è stato redatto secondo i principi di ragionevolezza e proporzionalità, nonché di apertura alla concorrenza degli appalti pubblici.

 

Comments are closed.