▸ Evento finale con Massimo Cerruti, Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista
▸ Rappresentanti di lista - BALLOTTAGGIO
▸ Luigi DI MAIO ad Asti - domenica passeggiata e apericena
▸ Andiamo al ballottaggio, vieni con noi?
▸ Sì, al ballottaggio faremo alleanze
▸ Assessori competenti e incensurati
▸ Beppe Grillo ad Asti in piazza San Secondo
▸ Candidati a 5 stelle
▸ Merenda a 5 stelle domenica 4 giugno
▸ Il rappresentante di lista "a 5 stelle"
▸ SI VOTA COSI' - #IlMassimoXAsti
▸ Il senatore MORRA ad Asti sabato pomeriggio

La sicurezza del territorio alla base di due interrogazioni presentate dal M5S di Asti

Nella serata del 13 settembre si è svolta una nuova seduta del consiglio comunale astigiano. I consiglieri del Movimento 5 Stelle hanno presentato due interrogazioni che riguardano la sicurezza del nostro territorio, in particolare la mitigazione del rischio idrogeologico connesso al fiume Tanaro.

La prima interrogazione è inerente alle procedure da adottare in caso di allarme per possibile esondazione del fiume Tanaro. Lo scorso 25 novembre, infatti, mentre Alba e Alessandria avevano preventivamente disposto la chiusura delle scuole, ad Asti non si era ritenuto necessario adottare tale misura, salvo poi evacuare repentinamente alcuni istituti vista l’entità effettiva del livello del fiume. Secondo il M5S non si può lasciare alla discrezionalità del Sindaco una decisione così importante, ma le azioni preventive da seguire in caso di allarme alluvione devono essere opportunamente predisposte considerando un sufficiente margine di sicurezza: la piena del 25 novembre è stata infatti ampiamente superiore a quella in previsione fino al giorno prima. Non di minore importanza la seconda interrogazione, con la quale si chiede al Sindaco e alla Giunta quali interventi intendano adottare per risolvere l’inadeguatezza della rete fognaria esistente in zona San Fedele che, ad ogni significativo innalzamento del livello del fiume Tanaro o del torrente Versa, provoca maleodoranti allagamenti in alcune aree presso il campo volo elicotteri.

E’ stata anche discussa e, poi approvata, una variazione al bilancio riguardante l’adeguamento degli uffici comunali di Palazzo Mandela dal punto di vista di efficienza energetica: una spesa di 3.100.000 euro.

Essa è finanziata in gran parte dalla Regione Piemonte, mentre per 1,2 milioni dal Comune, in particolare attraverso un mutuo della Cassa Depositi e Prestiti. Inoltre con la variazione si incrementano gli oneri di urbanizzazione di 107.000 per gli anni 2018 e 2019.

I consiglieri si sono domandati e hanno chiesto il tasso di interesse del mutuo contratto, la durata, se fosse stata valutata una forma di finanziamento alternativa, se le opere oggetto degli oneri di urbanizzazione siano già definite ( il rischio è che se non lo fossero, si tratterebbe di un’entrata incerta), ma non sono state date risposte esaustive: l’unico dato fornito è stato quello della durata del mutuo di “circa 20 anni”.

Sono costi che impegnano a lungo la collettività e la finanza pubblica se non ben gestita costa cara ai cittadini. La variazione comunque è stata approvata dalla maggioranza, con l’astensione dell’intera minoranza.

In risposta a un’interrogazione presentata dal gruppo di Beppe Passarino sulla ludopatia, il vicesindaco Coppo ha ribadito la mancanza di soldi per una lotta seria a un problema di salute e bilancio familiare che affligge molte persone. E però, la variazione di bilancio di 3 milioni di euro è stata approvata con una certa nonchalance.

Infine, una votazione ha riguardato la composizione delle commissioni permanenti: i consiglieri del Movimento saranno presenti e vigili con queste modalità:

Massimo CERRUTI – 1a Commissione “Urbanistica”
Massimo CERRUTI – 2a Commissione “Lavori Pubblici, Patrimonio, Energia”
Davide GIARGIA – 3a Commissione “Personale, Bilancio, Tributi e Rapporti con le Partecipate”
Giorgio SPATA – 5a Commissione “Cultura, Manifestazioni, Palio, Gemellaggi”
Giorgio SPATA – 8a Commissione “Frazioni, Trasporto pubblico, Viabilità, Polizia Municipale, Sicurezza, Protezione Civile”
Alessia SAPUPPO – 9a Commissione “Servizi Sociali, Cooperazione internazionale, Volontariato, Sanità, Servizi Demografici”.

L’abusivismo edilizio e le ordinanze di demolizione non eseguite: iniziamo dalla Pista di Valmanera

Il Movimento 5 Stelle astigiano, che ha nel rispetto della legalità e nella tutela dell’ambiente alcuni dei suoi principi fondamentali, identifica nell’abusivismo edilizio una problematica da affrontare con rigore nel nostro territorio.

Un’area particolarmente sensibile dal punto di vista ambientale del nostro territorio sui cui insistono manufatti abusivi è quella della ex pista di motocross di Valmanera  che sorge all’interno del SIC, sito di importanza comunitaria, sottoposto a particolari vincoli a tutela dell’ambiente circostante. Si tratta, quindi, di una porzione di territorio che assume un’importanza di particolare rilievo per la tutela dei boschi che la circondano e delle specie faunistiche, non tralasciando la vicinanza dell’Oasi del WWF.

La vexata quaestio della riapertura della pista di Valmanera, che è tornata a caratterizzare il dibattito politico astigiano, ha trovato conclusione nel parere negativo fornito dalla Regione Piemonte nell’aprile 2015 sull’approvazione di una variante strutturale al Piano regolatore per regolarizzare l’impianto di motocross: la Regione nel proprio parere ha sostenuto che la variazione di destinazione d’uso della zona destinata al motocross prevista nella variante, da «Area agricola soggetta a vincolo paesistico» ad «Area per spazi pubblici a parco, per il gioco e lo sport» «così come l’attività di motocross», non risulta compatibile con gli obiettivi di conservazione del «Sic» Valmanera (Sito di interesse comunitario).

Il nostro non è un “no” all’attività sportiva del motocross, ma al suo svolgimento secondo modalità che non sono in linea con le procedure amministrative svoltesi e con la normativa vigente. Sarebbe più sensato individuare un’area all’interno del territorio comunale dove questa attività sportiva possa essere effettuata nel rispetto dell’ambiente faunistico e del verde circostante, come pure potrebbe essere una scelta fruttuosa utilizzare la pista per altri sport, quali ad esempio il ciclocross, che si inseriscono nel contesto ambientale nel rispetto della biodiversità che caratterizza l’area.  In tal senso, siamo aperti alle opportune valutazioni che dovranno essere effettuate.

Considerato lo stato delle cose al momento attuale, appare, pertanto, doveroso procedere alla demolizione dei manufatti dichiarati abusivi che insistono sull’area, in relazione ai quali è stata emessa ordinanza di demolizione nell’anno 2015 dall’ufficio Urbanistica: contro tale ordinanza dai proprietari dell’area non è stato opposto ricorso e, pertanto, essa è diventata esecutiva, ma il Comune non ha mai proceduto alla demolizione dei manufatti.

Rammaricandoci per la mancata esecuzione dell’ordinanza da parte della precedente amministrazione, ci pare utile rilevare che laddove fosse difficile reperire i fondi per procedere alla demolizione, i Comuni hanno titolo per richiedere un prestito alla Cassa Depositi e Prestiti.

Le mancate esecuzioni delle ordinanze di demolizione, inoltre, costituiscono già di per sé uno spreco di denaro pubblico in termini di tempo e lavoro dei dipendenti comunali: si tratta di attività di vigilanza, redazione di documenti, notificazioni e quanto è necessario per l’espletamento di un’attività amministrativa che non è, ma diventa, inutile: in sintesi, un costo per la collettività.

Come per ogni altro aspetto della vita del Comune, il rispetto della legalità deve diventare la regola, e non l’eccezione, perché cambi l’atteggiamento del privato nei confronti del bene pubblico: la violazione delle regole che lo tutelano non deve rimanere impunita ed è per tale motivo che chiediamo formalmente con una diffida l’esecuzione dell’ordinanza di demolizione dei manufatti della pista.

Teniamo, inoltre, a precisare che l’attività di controllo e vigilanza del gruppo consiliare del M5S sull’abusivismo edilizio parte da questa diffida e continuerà in relazione agli altri casi di mancata esecuzione di ordinanze, in modo da rendere di immediata utilità le valutazioni che gli uffici comunali compiono in relazione ai continui e sempre più frequenti abusi edilizi.

Evento finale con Massimo Cerruti, Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista

Evento conclusivo con Massimo Cerruti, Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista.
Venerdì 23 giugno ore 19 in Piazza Libertà.

Il Movimento 5 Stelle di Asti organizza l’ultimo incontro pubblico a sostegno del candidato sindaco Massimo Cerruti in vista del ballottaggio di domenica 25 giugno.

Venerdì 23 giugno alle ore 19 in Piazza Libertà i portavoce nazionali Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista, Paolo Romano, la portavoce al parlamento europeo Tiziana Beghin e i portavoce regionali Paolo Mighetti e Davide Bono, incontreranno i cittadini di Asti.

Durante l’incontro si affronteranno sia tematiche nazionali come il reddito di cittadinanza, la lotta alla corruzione, il rilancio della piccola e media impresa, la difesa dell’ambiente, trasporti ed economia sostenibile, che quelle locali-regionali tramite i candidati portavoce al Comune di Asti e il candidato sindaco Massimo Cerruti.

Seguirà per tutti gli intervenuti, cena con menu 5 Stelle a cura della Pro Loco di Isola d’Asti a 11 euro.

Massimo CERRUTI
Candidato Sindaco di Asti
Movimento 5 Stelle
#ilMassimoXAsti

Rappresentanti di lista – BALLOTTAGGIO

* * * * *
* * * * *
* * * * *
Vuoi dare una mano a Massimo e alla Lista M5s-Asti controllando le operazioni di voto domenica 25 giugno?
Diventa RAPPRESENTANTE DI LISTA per il M5s mandando una a rdlasti5stelle@gmail.com comunicando i tuoi dati: NOME, COGNOME, DATA DI NASCITA, INDIRIZZO DI RESIDENZA.
Il giorno 25 giugno dovrai essere disponibile al seggio dalle 7 alla fine delle operazioni di scrutinio (presumibilmente verso mezzanotte).
ATTENZIONE! …i nostri seggi sono ormai quasi tutti coperti: abbiamo ancora bisogno di pochi rappresentanti di lista e solo nelle scuole delle Frazioni Casabianca, Serravalle, Revignano, Vaglierano Basso, Portacomaro e Quarto Inferiore.
Ricordiamo a tutti che ogni cittadino può assistere (senza intervenire ne disturbare) allo spoglio delle schede domenica 25 giugno alle 23,00 nella sezione elettorale in cui ha votato.
*****
Mercoledì 21 e giovedì 22 giugno organizziamo due incontri per spiegare ai rappresentanti di lista come funziona lo spoglio delle schede, cosa e come vigilare sulle operazioni di voto, quando una scheda è valida o nulla, ecc. Appuntamento presso il punto informativo M5sAsti in Via Cavalieri n.1 ad Asti alle ore 1.
Martedì 20 giugno invece invitiamo tutti al “faccia a faccia tra Cerruti e Rasero” organizzato da LaStampa alle ore 21 nell’aula magna di Astiss, in piazzale De André.
* * * * *

Luigi DI MAIO ad Asti – domenica passeggiata e apericena

* * * * *

Sabato 17 giugno (mattina e pomeriggio) banchetti informativi del M5s in Piazza Alfieri e davanti al Palasanquirico, con i candidati sindaco e consiglieri comunali

* * * * *

Domenica 18 giugno alle ore 18,00 si svolgerà una passeggiata con il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle di Asti MASSIMO CERRUTI con partenza dal Vecchio Ospedale in Corso alla Vittoria e conclusione alle ore 19 al Fuori Luogo in via Enrico Toti (presso il Tribunale).
Parteciperanno i portavoce eletti del M5S Luigi DI MAIO, Tiziana BEGHIN, Laura CASTELLI, Federico PICCITTO, FIlippo NOGARIN, Emilio FALCONE, Fabio FUCCI, Paolo MIGHETTI, Davide BONO e Paolo ROMANO.

Durante l’incontro si affronteranno sia tematiche nazionali come il reddito di cittadinanza, la lotta alla corruzione, il rilancio della piccola e media impresa, la difesa dell’ambiente, trasporti ed economia sostenibile, che quelle locali-regionali tramite i candidati portavoce al Comune di Asti e il candidato sindaco Massimo Cerruti.

*****

Ci aiuti con una piccola donazione per stampare i volantini con le proposte a 5 stelle per Asti? Grazie mille! (DONAZIONE)

#ilMassimoXAsti